Cuscino del benessere con noccioli di ciliegia

Cuscino del benessere: il risultato

Oggi vi propongo di costruire un rimedio naturale contro i dolori: un cuscino personalizzabile fatto con noccioli di ciliegia!

Potrete utilizzarlo caldo o freddo per alleviare raffreddore, dolori alle articolazioni, mal di testa, dolori mestruali…

Realizzatelo della forma che più vi piace e della misura che più si addice alla destinazione di utilizzo.
Io ne ho cucito uno di piccole dimensioni, più comodo da utilizzare sulle varie parti del corpo.

Vi ricordo che i noccioli di ciliegia non devono mai essere esposti all’umidità. Per scaldare il vostro cuscino potete metterlo in forno a 150° per qualche minuto, avvolgendolo in un foglio di carta d’alluminio, oppure inserirlo nel microonde un paio di minuti a temperatura media (infatti non contiene parti metalliche). Per raffreddarlo e utilizzarlo al posto del ghiaccio, in caso di contusioni, ponetelo nel congelatore per almeno un’ora, avendo cura di chiuderlo in un sacchetto di plastica affinché non si bagni.

Consiglio di inserire nella fodera con i noccioli alcuni fiori secchi profumati, come la lavanda, che aiuteranno ulteriormente l’organismo, per esempio a difendersi dallo stress.

5.0 from 1 reviews
Cuscino del benessere con noccioli di ciliegia
 
Autore:
Ingredienti / Occorrenti
  • tessuto di cotone
  • noccioli di ciliegia
  • filo
  • velcro
Istruzioni
  1. Per iniziare scegliete due tessuti di cotone: uno per la fodera che conterrà i noccioli e l'altro per il copricuscino. Per realizzare il mio cuscino ho disegnato una dima, di cui mi sono servita per ritagliare i tessuti.
  2. Inizialmente, dovete ritagliare due facce per la fodera dei noccioli. Cucitele insieme con una cucitura piatta, sul rovescio, lasciando 6-7 cm di apertura per poter girare la fodera sul dritto: in questo modo, la cucitura risulterà invisibile.
  3. A questo punto procedete inserendo nel cuscino i noccioli di ciliegia, considerando che il cuscino non deve essere troppo pesante.
  4. Ora potete chiudere la fodera con una cucitura che non permetterà ai noccioli di uscire.
  5. Procedete ritagliando ora le due facce del copricuscino, considerando che per poter contenere la fodera con i noccioli, dovranno essere piu grandi delle facce che avete ritagliato precedentemente.
  6. Cucite il copricuscino come avete fatto con la fodera: al rovescio lasciando un'apertura di 7-8 cm. Per poter essere lavato, il vostro cuscino deve essere sfoderabile, quindi procedete applicando il velcro (cucito sull'apertura).
  7. Ora, potete inserite all'interno del copricuscino la fodera contenente i noccioli: il cuscino è pronto per essere utilizzato.

 

 

Cuscino del benessere: il taglio delle sagomeCuscino del benessere: il cuscinoCuscino del benessere: la foderaCuscino del benessere: il cuscino

Commenti

  1. antonella gattuso dice

    ciao, mi chiamo antonella ! mi è piaciuto tantissimo il cuscino con i noccioli di ciliegia!!!
    potrei acquistarne uno fatto da te a forma rettangolare?? saluti…

  2. dice

    Ciao Antonella!
    Sono felice che ti sia piaciuto!
    Lo scopo dell’articolo è spingere i lettori alla realizzazione del cuscino. I noccioli sono difficili da reperire e se non hai i mezzi per realizzarlo ci possiamo accordare per una vendita occasionale. In tal caso devi comunicarmi dimensioni, colore e forma del cuscino da te desiderato, al fine di permettermi una valutazione del prezzo finale.
    Se sei interessata e per ulteriori dettagli contattami all’indirizzo info@cosefatteincasa.it
    Continua a seguirci! Un abbraccio,
    Rosa

  3. Martina dice

    Ma i noccioli non devo trattarli in nessun modo prima di inserirli nel cuscino?

  4. dice

    Ciao Martina,
    i noccioli di ciliegia che vengono utilizzati per i cuscini del benessere non hanno bisogno di essere trattati prima dell’utilizzo. Normalmente vengono acquistati già pronti, ovvero puliti e asciutti. Infatti, è indispensabile che non si bagnino né prima, né durante le applicazioni. Altrimenti perderebbero le loro proprietà benefiche.
    Torna a trovarci! A presto,
    Rosa.

  5. mel dice

    Ciao! Ma se si usano i noccioli delle ciliegie mangiate, lasciandoli essiccare al sole o al forno come si fa ad esempio con le erbe? Che ne pensi? Bell’articolo! E cuscino molto carino! :)

  6. dice

    Ciao mel,
    io, per realizzare i cuscini, ho acquistato dei noccioli già pronti all’uso. Sicuramente puoi utilizzare anche quelli ricavati direttamente dalle ciliegie che mangi ma devi fare attenzione a pulirli accuratamente senza utilizzare sostanze chimiche e successivamente a essiccarli. E’ infatti molto importante che i noccioli siano perfettamente asciutti.

  7. Antonella dice

    Ciao Rosa,

    il cuscino lo avevo già visto, ti ringrazio per aver pubblicato il procedimento per la realizzazione. Ho fatto la marmellata di ciliege e quindi ho conservato i nocciolini, li sto facendo asciugare per poi eseguire il lavoro.

  8. dice

    Ciao Antonella,
    ti consiglio di far seccare i noccioli a lungo prima di impiegarli nella realizzazione del cuscino, al fine di evitare la formazione di muffe che ti costringerebbero a sprecare un lavoro così minuzioso.
    Di che forma avevi in mente di prepararlo?
    Io ho provato a fare qualche cuscinetto scaldamani, di piccole dimensioni e di varie forme. Si sono rivelati ottime idee regalo!
    Fammi sapere come ti sei trovata con il procedimento e, soprattutto, come ti è venuto il cuscino!!!
    A presto,
    Rosa.

  9. Francesca dice

    Ciao, io sono rimasta molto colpita dall’ originalità di questo cuscinetto e ne ho realizzato uno da utilizzare come scaldamani. Devo però dire che sono rimasta delusa dalla durata del calore….ho riscaldato il cuscino in microonde a 350w per 1.5 min, ma questo è rimasto caldo per pochissimo tempo (5 minuti o poco più). Forse ho sbagliato nel riscaldarlo ?? Ciao

  10. dice

    Ciao Francesca,
    Strano, il mio resta caldo per una ventina di minuti circa.
    Vediamo…hai provato a scaldarlo per due o tre minuti? Lo fa comunque?
    Che tipo di noccioli hai utilizzato?
    Non ti scoraggiare, magari devi solo scaldarlo di più! ;)
    A presto,
    Rosa.

  11. dice

    Ciao a tutti, qualche tempo addietro la madre di un mio amico mi chiese di mettere da parte dei noccioli di ciliegia che stavo mangiando a casa sua….per farne un cuscino. La mia fantasia è stata colpita in un nanosecondo. E’ un po’ di tempo che sto raccogliendo la materia prima e, casualmente, oggi ho notato come avendo lasciato l’ennesimo gruzzoletto di noccioli spolpati sul davanzale della finestra io sia stato aiutato in modo molto “bio” dalle formiche. Sembra proprio che abbiano fatto un buon lavoro….
    bye

  12. dice

    Ciao Andrea! Ma che meraviglia queste formiche operose! Quando ne avrai raccolti un giusto quantitativo li utilizzerai per fare un cuscino?
    Fammi sapere come procede!!!
    A presto,
    Rosa.

  13. daniela dice

    ciao,ottima idea, ho fatto la marmellata ed ho conservato i noccioli delle ciliegie ma per farli venire puliti ho dovuto lavarli con acqua e sale grosso strofinandoli e poi messi al sole funzioneranno lo stesso?

  14. dice

    Ciao Daniela!
    Secondo me funzioneranno benissimo! Devi fare attenzione a farli seccare bene perché altrimenti prendono un cattivo odore. Dimenticali al sole per qualche giorno oppure falli seccare in forno. ;)
    A presto (ammi sapere come va!),
    Rosa.

  15. simona dice

    ho visto troppo tardi questo articolo,ho fatto seccare molti noccioli di amarene che crescono nella casa di montagna ma poi il sacchetto l’ho fatto con la cerniera ..però se lo riscaldo al forno con la carta stagnola come consigli tu non dovrebbero esserci problemi..spero
    oggi inserisco i noccioli e ci metto qualche fiore di lavanda che però sta fiorendo adesso e quindi non è secca,va bene lo stesso??

  16. dice

    Ciao Simona,
    Per quanto riguarda il sacchetto, ti consiglio di cucire una fodera sigillata con al suo interno i nòccioli. In questo modo puoi togliere i nòccioli dal sacchetto con la cerniera e metterli in forno senza problemi.
    Per quanto riguarda la lavanda, ti conviene farla seccare! Se la chiudi nel sacchetto e non si secca bene rischi di buttare via tutto. Spero di esserti stata utile! A presto,
    Rosa.

  17. sara dice

    ciao, dove trovo i noccioli di ciligia già pronti all’utilizzo??nn ho idee grazie mille.

  18. dice

    Ciao Marinella,
    La quantità di nòccioli utili alla realizzazione del cuscino varia in funzione delle misure dello stesso. Quello a cuore che vedi in foto ne contiene 200gr circa. Stai provando a realizzarlo? Di che forma lo farai?
    A presto,
    Rosa.

  19. Elisabeth dice

    Ciao Rosa, davvero ottima idea. ;o)
    Ho una sola domanda, dove posso acquistare (anche online) i noccioli di ciliegia?

  20. dice

    Ciao Elisabeth,
    grazie per i complimenti!

    Per i noccioli io avevo acquistato a suo tempo un gran quantitativo mi pare su eBay. Prova a darci un’occhiata. In alternativa cercando un po’ su Google sono sicura che troverai altre soluzioni.

    Un abbraccio,
    Rosa.

  21. Marina dice

    Ciao ho appena messo il cuscino sul petto di mia figlia per alleviarle la tosse che non la faceva dormire … Le avevo già provate tutte e …ora dorme ! Lo ha fatto mia suocera l’anno scorso e abbiamo mangiato un sacco di ciliegie !!!!! L’ho già provato con crampi addominali , ginocchia ,schiena … FUNZIONA!!!

  22. dice

    Ciao Marina,
    Dai un bacio alla piccola da parte mia, sono felice che il cuscino del benessere sia servito ad alleviarle la tosse! Ti è già capitato di vedere il pupazzo di neve che ho realizzato di recente? Quello si presta perfettamente a diventare un cuscino del benessere e per i bambini è davvero simpatico!
    Un abbraccio e a presto,
    Rosa.

  23. dice

    scusa il ritardo nel rispondere
    ne ho fatti diversi di varie misure , rettangolare e a fascia per il collo con addobbi natalizi, con fodera interna in cotone eed esterna in pannolenci

Trackbacks

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Vota questo articolo: