Ricetta semplice per gli arancini di riso

Arancini di riso: il risultato

Spesso, mi è capitato di entrare in rosticceria e ordinare un arancino di riso per il pranzo. Purtroppo non essendo in Sicilia, non ho mai avuto la fortuna di trovare un posto dove mangiarne uno genuino, fatto in modo curato e quindi ho deciso di provare questa semplice ricetta in casa, seguendo i miei gusti.

Quelli che otterrete sono arancini speciali, poiché potrete arricchirne il ripieno aggiungendo gli ingredienti che desiderate: piselli, prosciutto, melanzane…

Io generalmente li preparo qualche ora prima di servirli e li tengo in caldo nel forno tiepido.

Arancini di riso: ricetta semplice
 
Preparazione
Cottura
Tempo totale
 
Autore:
Tipo di ricetta: Primo piatto
Cucina: Italiana
Portate: 4
Ingredienti / Occorrenti
  • Ragù di carne - Quanto basta
  • Riso - 400 gr
  • Tuorlo d'uovo - 4
  • Zafferano - 1 bustina
  • Pan grattato - Quanto basta
  • Pecorino - A piacere
  • Scamorza - A piacere
  • Sale - A piacere
  • Olio extra vergine di oliva - A piacere
  • Prezzemolo - A piacere
  • Latte - Quanto basta
Istruzioni
  1. Lessate il riso in acqua salata (circa un litro). Mentre il riso cuoce, proseguite sciogliendo lo zafferano in poca acqua e unitelo ai tuorli d'uovo.
  2. Una volta cotto, dovreste aver ottenuto un riso asciutto, quindi senza scolarlo, incorporatelo all'uovo. Cospargete il composto con del pecorino e fatelo raffreddare per un'ora.
  3. Tagliate ora il caciocavallo a cubetti da circa un centimetro ciascuno.
  4. Successivamente mettete uno strato sottile di riso sulla palmo della mano, formando una conchetta che riempirete con un cucchiaino di ragù ristretto e un cubetto di caciocavallo.
  5. Terminata questa operazione procedete chiudendo l'arancino con un altro sottile strato di riso. Quando vi sembra ben compatto, passatelo nel latte e nel pangrattato.
  6. Friggete gli arancini di riso in abbondante olio extra vergine di oliva.

 

Arancini di riso: la preparazioneArancini di riso: l'impanaturaArancini di riso: la frittura

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Vota questo articolo: